Per intervallo si intende la distanza che c’è tra due note; esso può essere ascendente (se calcolato dalla nota più grave verso la più acuta) o discendente (se calcolato dalla nota più acuta verso la più grave).
L’intervallo tra due note viene calcolato dalla prima nota considerata primo grado di una scala, fino alla successiva, determinando il numero di note che passa tra la prima e la seconda nota:
DO-MI= DO, RE, MI= intervallo di terza Dopo di che, contando il numero di toni e semitoni presenti nell’ intervallo, si determina la natura dello stesso: DO-MI= 2T = terza maggiore
Ci sono tre regole basilari:
1. Gli intervalli maggiori, se vengono calati di un semitono, diventano minori, se vengono aumentati di un semitono, si dicono aumentati.
2. Gli intervalli giusti, se vengono calati di un semitono, diventano diminuiti, se vengono aumentati di un semitono, si dicono aumentati.
3. Se l’intervallo minore viene calato di un semitono, diventa diminuito, se invece l’intervallo aumentato viene alzato di un semitono, diventa più che aumentato.
Tavola degli intervalli.

Tiziano Ragazzi - Intervalli

Rivolti degli intervalli.
Se invertiamo l’ordine delle note che costituiscono un intervllo, otteniamo il suo rivolto.
Ci sono due piccole regole sui rivolti degli intervalli, che possono risultare utili:
A) La somma dell’intervallo e del suo rivolto da sempre 9;
B) Se l’intervallo di partenza è:
– maggiore il suo rivolto e minore.
-aumentato il suo rivolto è diminuito.
– diminuito il suo rivolto è aumentato.
-giusto il suo rivolto è giusto.
Il rivolto va ovviamente calcolato nella stessa direzione dell’intervallo relativo (cioè se l’intervallo di partenza è ascendente anche il suo rivolto deve essere calcolato in senso ascendente).

Esempio:

A) DO-LA (intervallo) = 6 maggiore
LA-DO (intervallo) = 3 minore (6 + 3 = 9)
B) RE-SOL# (intervallo) = 4 aumentata
SOL#-RE (intervallo) = 5 diminuita (4 + 5 = 9)
C) DO-SOL (intervallo) = 5 giusta
SOL-DO (intervallo) = 4 giusta (5 + 4 = 9)
D) MI-RE (intervallo) = 7 minore
RE-MI (intervallo) = 2 maggiore (7 + 2 = 9)
E) DO#-RE (intervallo) = 2 minore
RE-DO# (intervallo) = 7 maggiore (2 + 7 = 9)